A- A A+

“Vaccine day”, 50 professionisti di Aou Senese e Asl Toscana Sud Est si vaccinano alle Scotte

Ultima modifica: 27 Dicembre 2020

Sono stati il professor Federico Franchi e l'infermiera Agnese Messina, i primi professionisti dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese a ricevere il vaccino contro il Covid-19. Il professor Franchi, responsabile dell'area Covid e Agnese Messina, infermiera dell'area Covid, hanno inaugurato il “Vaccine day” all’ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena che, complessivamente, ha visto vaccinare 50 professionisti, tra medici, infermieri, OSS e amministrativi, non solo dell’Aou Senese ma anche dell’Asl Toscana Sud Est: diversi profili professionali selezionati a seconda del rischio di esposizione al virus e secondo logiche strategiche che riguardano il ruolo e le mansioni coperte. 
Nei giorni scorsi, i candidati a ricevere il vaccino sono stati sottoposti al test sierologico preventivo, con un overbook del 10%. 4271 le prenotazioni al vaccino effettuate all’Aou Senese da parte di quasi tutti i professionisti dell’ospedale Santa Maria alle Scotte, compresi i lavoratori di ditte esterne che forniscono servizi all’interno delle Scotte.
«Ci tengo a ringraziare tutti i nostri professionisti, sia per la risposta massiccia in termini di prenotazioni, che per il grande impegno profuso con tempestività nell’organizzazione delle campagna di vaccinazione», ha detto il direttore generale ff dell’Aou Senese, Maria Silvia Mancini, presente insieme al direttore sanitario Roberto Gusinu che aggiunge: «L’avvio della vaccinazione anti-Covid, che proseguirà a gennaio 2021, ci pone l’obiettivo di garantire la massima copertura vaccinale per il nostro ospedale, a protezione dei nostri professionisti e dei nostri pazienti».
Presente al “Vaccine day” anche il direttore amministrativo dell’Asl Toscana Sud Est, Francesco Ghelardi: «L’Asl Toscana Sud Est si sta muovendo in piena sintonia e stretta collaborazione con l’Azienda ospedaliero-universitaria Senese per affrontare insieme questa importante sfida, quello di oggi è solo il primo passo di un progetto che per i prossimi mesi richiederà un grande sforzo organizzativo. L’obiettivo – ha aggiunto Ghelardi - è offrire la possibilità di vaccinarsi a ogni cittadino che lo vorrà, partendo dagli ospedali e dai presidi sanitari per coinvolgere ben presto tutta la popolazione. Su questo il personale dell’Asl Toscana Sud Est garantirà come sempre il massimo impegno». Dopo Firenze e Arezzo, l'assessore regionale al diritto alla salute e sanità Simone Bezzini ha fatto tappa anche a Siena: «Oggi è un giorno storico per la lotta al Covid - afferma Bezzini - motivo di grande speranza nel futuro. Un primo traguardo storico raggiunto grazie alla ricerca scientifica e all'impegno congiunto delle istituzioni a livello europeo, nazionale e regionale. Ringrazio tutti coloro che hanno lavorato per la riuscita di questa fondamentale giornata di avvio della campagna di vaccinazione. La Toscana sta lavorando con serietà, lungimiranza e spirito di squadra, il nostro sistema sanitario è organizzato per affrontare al meglio questa sfida collettiva che ci vedrà impegnati nei prossimi mesi. Auspico la più grande adesione possibile alla vaccinazione, solo con la tenacia e la fiducia si può vincere questa battaglia per la vita». Hanno portato il loro saluto ai professionisti che si sono sottoposti al vaccino anche il Rettore dell'Università degli Studi di Siena Francesco Frati, il sindaco di Siena Luigi De Mossi, l'assessore alla sanità del comune di Siena Francesca Appolloni, il consigliere regionale Anna Paris, il Questore di Siena Costantino Capuano e il tenente colonnello dei Carabinieri, Gennaro Nasti, vice comandante e comandante del NORM.

(link al video su YouTube https://www.youtube.com/watch?v=PIrHPzq3m-M)

primo_vaccinato_aou_senese.jpg

rettore_primi_vaccinati.jpg

primi_vaccinati_autorità.jpgprima_vaccinata_aou_senese.jpgassessore_bezzini_primi_vaccinati.jpgarrivo_vaccini_Scotte.jpg

 

 

Variazioni dell’orario delle attività del policlinico Santa Maria alle Scotte in occasione del 24 e 31 dicembre

Ultima modifica: 23 Dicembre 2020

In occasione delle Festività natalizie, nei giorni del 24 e 31 dicembre, ci saranno alcune variazioni nei servizi al pubblico dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. I front office e il Punto Prelievi Unico termineranno la loro attività alle ore 14, come l’Ufficio relazioni con il pubblico e il Servizio di accoglienza centrale, mentre resterà regolarmente attivo il servizio di accoglienza del Pronto Soccorso. Gli ambulatori della libera professione saranno chiusi, così come nella giornata di sabato 2 gennaio, mentre il 29 e il 30 dicembre termineranno l’attività alle ore 18.

 

Il gruppo piccoli della Contrada della Pantera porta i doni di Natale ai pazienti del Dipartimento della Donna e dei Bambini

Ultima modifica: 24 Dicembre 2020

Giochi e libri per i piccoli pazienti ricoverati nel Dipartimento della Donna e dei Bambini. È questo il bel pensiero di Natale organizzato dal gruppo piccoli della Contrada della Pantera. Un appuntamento che ormai è una piacevole tradizione delle festività per i giovani contradaioli di Stalloreggi che, nonostante le limitazioni a causa del Covid-19, non sono venuti meno al loro bel gesto di solidarietà nei confronti dei coetanei che stanno trascorrendo il Natale in ospedale. La Contrada invece ha portato in dono dei pandori anche per il personale del Dipartimento. A rappresentare la Contrada della Pantera, l’onorando priore Pasquale Colella e la responsabile del gruppo piccoli, Monica Barbafiera. A fare gli onori di casa il professor Mario Messina, direttore del Dipartimento della Donna e dei Bambini, insieme al professor Salvatore Grosso, direttore della Pediatria, alla coordinatrice infermieristica Giuliana Masiero e al personale della Chirurgia Pediatrica.

 

pantera_doni_dipartimento_donna_bambini.jpg

 

Trequanda celebra il Natale portando in dono i prodotti tipici del territorio ai professionisti dell’area Covid dell’Aou Senese

Ultima modifica: 23 Dicembre 2020

Olio, vino, salumi, carni e altri prodotti tipici del territorio. Sono questi i doni raccolti dal Comune di Trequanda, per iniziativa dei produttori locali, e consegnati al personale dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese impegnato nell’area Covid, un gradito omaggio di Natale per i professionisti. È stato il sindaco di Trequanda Roberto Machetti a consegnare personalmente questi doni ai referenti e ai coordinatori infermieristici dell’area Covid, accompagnato da un rappresentante dei produttori trequandini, Giacomo Toppini. A fare gli onori di casa il professor Bruno Frediani, responsabile area medico-chirurgica Covid, i coordinatori infermieristici Rodrigo Lopez Pollan, Angelo Nuzzo, Camilla Nerli, Nila Nencini, e l’infermiera dell’area Covid Alessia Muratori. Hanno donato i loro prodotti le aziende agricole Coste, Pascianella, Donatella Cinelli Colombini, Sole, La Carraia, Oliviera Sant’Angelo, La Bandita, Albiano, Belsedere e Macelleria Ricci.

 

Trequanda_donazione_Covid.jpg