A- A A+

Gastroenterologia ed endoscopia operativa

Responsabile: Mario Marini 
Coordinatrici infermieristiche: Simona Nocentini (endoscopia); Elisa Sorbino (degenza)

 

Attività

Le malattie gastroenterologiche hanno un impatto importante sulla salute della popolazione. Sono tra le prime cause di ricovero ospedaliero e costituiscono una quota rilevante tra le prestazioni assistenziali e il  consumo di farmaci. Hanno anche un forte impatto sull’organizzazione della rete dell’emergenza / urgenza. A titolo di esempio si consideri che l’incidenza delle emorragie digestive acute è di 80-170 nuovi casi/anno per 100.000 persone; nel 2002 In Italia sono stati rilevati circa 42.000 ricoveri per emorragia digestiva. La mortalità complessiva per l’evento emorragico acuto gastrointestinale può variare fino al 15%.
Le malattie gastroenterologiche rappresentano purtroppo anche una delle più importanti cause di morte nella popolazione, pari al 13% circa, con un trend sostanzialmente stabile negli ultimi 10 anni. Tra i tumori, quelli  dell’apparato digerente rappresentano la prima causa di morte: il cancro del colon-retto - il più frequente tra quelli dell’apparato digerente - ha un’incidenza di 55 per 100.000 nell’uomo e 44 per 100.000 nella donna.

 

Attività diagnostico-assistenziale

La struttura svolge un’attività specialistica di primo e secondo livello per tutti i cittadini affetti da malattie acute e croniche del tubo digerente, malattie infiammatorie e degenerative e neopastiche epato-pancreatiche. L’attività viene effettuata in regime ambulatoriale - caratterizzata dalla forte vocazione/tradizione della struttura nell’ambito della diagnostica strumentale avanzata - di Day Service, di Day Hospital e di ricovero ordinario. Il reparto fornisce inoltre un’attività di prevenzione e diagnosi delle principali patologie tumorale in ambito gastroenterologico ed è coinvolta nel progetto regionale dello screening del CRC.

 

Profile

Opuscolo di reparto

Ultima modifica: Lunedì, 25 Luglio 2016 11:16