Notice: Undefined property: YjsgCheckBrowser::$Name in /var/www/html/aosj3/templates/yougrids/yjsgcore/yjsg_core.php on line 338

Notice: Undefined property: YjsgCheckBrowser::$Name in /var/www/html/aosj3/templates/yougrids/yjsgcore/yjsg_core.php on line 341

Notice: Undefined property: YjsgCheckBrowser::$Name in /var/www/html/aosj3/templates/yougrids/yjsgcore/yjsg_head.php on line 213
Percorso nascita
Mercoledì, 20 Settembre 2017
A- A A+
Italian English

 

Percorso nascita

Il percorso nascita è l’insieme delle prestazioni offerte dall'Azienda Ospedaliera per promuovere la salute della donna e del bambino e fornire loro adeguata assistenza nel corso della gravidanza, nei momenti del travaglio e del parto e, successivamente, durante il puerperio e l’allattamento. Il Dipartimento materno infantile dispone infatti di specialisti pronti a intervenire in caso di necessità.

Le donne che desiderano partorire nel nostro ospedale devono compilare alla 37esima settimana di gravidanza la cartella clinica. Nel caso siano interessate ad effettuare la partoanalgesia, possono anche richiedere una consulenza preventiva all’anestesista. Come previsto dalle norme sulla gravidanza della Regione Toscana, dopo la 40esima settimana gestazionale le future madri sono invitate a eseguire l'esame di cardiotocografia-CTG che permette di registrare le contrazioni uterine e la frequenza cardiaca fetale.

Intorno all'ottavo mese di gravidanza, le coppie sono invitate a prendere visione del punto nascita. Nel corso dell'incontro il personale medico e ostetrico fornisce loro tutte le informazioni sull’accoglienza e sul percorso del parto, mostrando gli ambienti dedicati alla maternità e alla nascita.

Quando la donna giunge in ospedale con le contrazioni viene accolta da un'ostetrica e sottoposta a un esame cardiotocografico e a una visita ostetrica. Se il travaglio è già avviato, il medico dispone il ricovero nel reparto di Patologia Ostetrica (sala diagnostica) o nella Family Room, appositamente predisposta per creare un ambiente simile a quello domestico. Per usufruirne è necessario che la gravidanza e il parto siano fisiologici e che il bambino non necessiti di cure post-natali. Le family room non sono prenotabili e non sono a pagamento.

Dal reparto la donna viene poi trasferita nell'Area Parto, costituita da tre stanze adibite al travaglio-parto e in grado di accogliere anche il partner o una persona scelta dalla donna. Nelle due ore successive al parto la madre e il bambino rimangono nella Sala Parto, assistiti dal personale sanitario. Il neonato, dopo un primo contatto “pelle a pelle” con la madre, viene affidato alle cure del neonatologo presente al momento del parto per essere visitato. In assenza di controindicazioni, il piccolo viene riportato tra le braccia della donna che, se lo desidera, può attaccarlo al seno.

Durante le 48-72 ore dopo il parto la madre e il bambino soggiornano nel reparto di Ostetricia-Nido. Le stanze di degenza sono dotate di servizi igienici e di nursery che permettono alla madre di tenere il bambino sempre vicino a sé senza limiti di tempo (rooming-in). Un accompagnatore può rimanere vicino alla madre per una notte in caso di parto spontaneo, e per tutte le notti di degenza in caso di taglio cesareo. Generalmente la dimissione avviene dopo due giorni il parto spontaneo e tre giorni dopo il taglio cesareo, salvo eventuali complicazioni della salute del neonato, la cui dimissione è disposta dal neonatologo. Nel corso della degenza al nido, il neonato viene visitato e sottoposto, in base con gli standard internazionali, ai test di screening metabolico per la ­fibrosi cistica, l’ipotiroidismo congenito e la fenilchetonuria. Durante la degenza il personale ostetrico cura il fisiologico adattamento neonatale, assicurando che sia raggiunta l’autonomia della madre nella toeletta del neonato e nella medicazione del moncone ombelicale.

Ultima modifica: Lunedì, 15 Febbraio 2016 13:37