Informazioni utili Covid-19

Informazioni utili Covid-19

Misure operative di tutela della salute pubblica per la prevenzione dell’infezione Covid–19 al policlinico Santa Maria alle Scotte

icona green pass

Prendendo atto delle ordinanze e circolari diffuse da Regione Toscana e Ministero della Salute, la direzione dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese ha attuato una serie di misure precauzionali relative all’emergenza Covid-19: si tratta di azioni di prevenzione e misure di contenimento al fine di evitare il sovraffollamento all’interno dell’ospedale oltre che raccomandazioni e consigli di igiene e cura personale, volte al contenimento del virus.

Modalità di accesso all’ospedale

Predisposto, dal 29 febbraio 2020, un check-point di accesso all’ingresso del policlinico Santa Maria alle Scotte.

Al check-point viene misurata a tutti gli utenti la temperatura corporea e chiesto il motivo della visita. In caso di febbre (temperatura superiore a 37,2°C) e sintomatologia respiratoria, l’utente viene invitato a tornare a casa.

Sono stati attivati i seguenti check-point:

  • Ingresso principale dell’ospedale da Viale Bracci
  • nel tunnel di ingresso (uscita parcheggio Eliporto)
  • entrata vecchio Pronto Soccorso (discharge room)
  • entrata lotto 4

L’accesso dei visitatori in ospedale

Fino al 31 dicembre 2022, è sempre consentito l’accesso dei visitatori ai reparti di degenza garantendo una permanenza di 45 minuti se in possesso dei seguenti requisiti:

  • possesso del green pass rafforzato, ottenibile con il completamento del ciclo vaccinale primario con dose di richiamo successiva
  • possesso di una certificazione verde Covid rilasciata a seguito del completamento del ciclo vaccinale primario o dell’avvenuta guarigione unitamente ad una certificazione che attesti l’esito negativo del test antigenico rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti l’accesso.

I parenti che non possono accedere all’ospedale ricevono comunque le comunicazioni sullo stato di salute dei ricoverati dai professionisti sanitari.

Tutti coloro che accedono all’ospedale devono indossare la mascherina FFP2, provvedere alla sanificazione delle mani e mantenere la distanza di un metro da tutti i soggetti che incontrano all’interno della struttura.

È possibile permanere in reparto al genitore/caregiver di minore ricoverato, previa esecuzione del tampone naso-faringeo per la ricerca di SARS-CoV-2 mediante test molecolare che dovrà essere eseguito nelle 48 ore precedenti l’ingresso in ospedale. Il genitore/caregiver può trattenersi presso il reparto di ricovero per tutta la durata della degenza del paziente ed il tampone dovrà essere ripetuto al settimo giorno. In caso di alternanza di accompagnatori valgono le stesse regole.

In Ostetricia rimane la possibilità per i padri, in possesso del “Green pass rafforzato” oppure del “Green pass base” più una certificazione che attesti l’esito negativo di un tampone antigenico rapido o molecolare, eseguito nelle 48 ore precedenti, di assistere alle fasi del parto, con adeguati dispositivi di protezione e seguendo sempre le indicazioni fornite dal personale di reparto. Dopo il parto possono accompagnare il neonato, seguire le procedure di assistenza e continuare a fare visita alle neo-mamme nel reparto di Ostetricia nella fascia oraria 10-19 per 60 minuti al massimo, evitando la contemporanea presenza di accompagnatori nella stessa stanza di degenza.

Consentito agli accompagnatori dei pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104) prestare assistenza, anche nel reparto di degenza, purchè muniti di “Green pass rafforzato” oppure del “Green pass base” più una certificazione che attesti l’esito negativo di un tampone antigenico rapido o molecolare, eseguito nelle 48 ore precedenti.

Modalità di accesso al Pronto Soccorso

Dal 12 febbraio 2020 è stato attivato un box di check-in pre-triage: si tratta di una struttura ad hoc, allestita nell’area esterna del pronto soccorso e appositamente segnalata, con personale formato e dedicato per consentire l’accesso al Pronto Soccorso.

  1. In caso di auto-presentazione, dopo un primo colloquio, l’utenza verrà indirizzata secondo il percorso più idoneo:
    • i casi standard, cioè i casi ritenuti non sospetti per Covid-19, possono accedere al triage (percorso verde) all’interno del Pronto Soccorso;
    • i casi sospetti, a cui viene immediatamente fornita una mascherina chirurgica, vengono accompagnati ad un ingresso dedicato (percorso blu) per accedere ad un’area di isolamento dove verranno fatti tutti gli accertamenti necessari.
  2. I pazienti con sospetto di Covid-19 in arrivo in ambulanza che devono effettuare il tampone, hanno un percorso dedicato in pronto soccorso, con ingresso separato.
  3. I pazienti sospetti positivi in arrivo in ambulanza, che hanno quindi già ricevuto una prima positività al tampone e necessitano di ricovero su segnalazione del 118, hanno un percorso dedicato direttamente in area Covid, senza passare dal Pronto Soccorso.

L’unica modalità di accesso al Pronto Soccorso è dall’esterno, attraverso l’ingresso principale dello stesso: lotto DEA, piano 4S.

Tutti i percorsi interni sono chiusi.

All’esterno del Pronto Soccorso è stata allestita un’area ristoro per gli utenti in attesa.

Confermate, dall’1 gennaio 2022, le disposizioni indicate nel DPCM del 24 ottobre 2020 e cioè: “è fatto divieto agli accompagnatori dei pazienti di permanere nelle sale di attesa dei dipartimenti di emergenza e di accettazione e dei Pronto soccorso (DEA/PS), salve specifiche diverse indicazioni del personale sanitario preposto”.

Consentito solo agli accompagnatori dei pazienti in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità (ai sensi dell’articolo 3, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104), di permanere nella sale di attesa del Dipartimento d’Emergenza e Accettazione, in Pronto Soccorso e negli altri reparti (art. 44, comma 1, b, del decreto legge 105/2021) purchè muniti di “Green pass rafforzato” oppure del “Green pass base” più una certificazione che attesti l’esito negativo di un tampone antigenico rapido o molecolare, eseguito nelle 48 ore precedenti

Consegna biancheria per pazienti ricoverati

Il familiare o l’accompagnatore potrà presentarsi all’ingresso del reparto di ricovero, senza poter accedere al reparto, nella fascia oraria tra le 17.30 e le 19.30, secondo un calendario settimanale predefinito per lotto e per reparto (consultabile qui) previa registrazione al checkpoint di ingresso dell’ospedale. Nel caso in cui il ricovero avvenga in urgenza, l’accompagnatore potrà recarsi in reparto a prescindere dal calendario.
Per i reparti COVID la consegna della biancheria è invece prevista il martedì ed il venerdì fino alle 18,00 al check point di ingresso dell’ospedale, mentre per i ricoveri in urgenza non sono previste limitazioni.

Modalità di accesso al Pronto Soccorso oculistico

A partire da martedì 25 febbraio 2020 il pronto soccorso oculistico, situato al piano 7 del lotto 1, è stato trasferito all’interno del Pronto Soccorso generale, a cui si potrà accedere dopo la presentazione al check-in pre-triage situato al piano 4S del lotto DEA. Il servizio è attivo nei seguenti orari: da lunedì a venerdì dalle ore 8 alle ore 19,30 e il sabato dalle ore 8 alle ore 13,30.

Nelle altre fasce orarie (dal lunedì al venerdì dalle ore 19,30 alle ore 8 del giorno successivo, dalle ore 13,30 del sabato alle ore 8 del lunedì successivo, ma anche nei giorni festivi), il paziente dovrà sempre rivolgersi al Pronto Soccorso Generale (lotto DEA, piano 4S): il medico di Pronto Soccorso, in caso di urgenza oculistica non differibile, provvede a chiamare l’oculista reperibile

Ai pazienti viene assegnato un codice che indica il grado di urgenza per l’effettuazione della visita oculistica

Informazioni per i donatori di sangue

Ai protocolli standard di controllo e tutela per i donatori di sangue sono state aggiunte misure integrative volte a implementare il livello di tutela della salute pubblica. Tra queste, l’obbligo di prenotazione per poter accedere al Centro trasfusionale, accessi controllati e non superiori a 8 persone all’ora e percorsi adeguati alle distanze e alle norme di sicurezza.
Nello specifico, prenotando telefonicamente, il personale può eseguire un pre-screening sulle condizioni di accesso previste dal protocollo del Centro Nazionale Sangue. Al Centro trasfusionale potranno quindi accedere solo persone che rispettano tutti i requisiti di sicurezza, quali non avere e non aver avuto febbre o infezioni delle vie respiratorie nei 14 giorni precedenti, non essere stato a contatto con persone risultate positive al Covid-19. Per prenotare la propria donazione e garantire l’omogenea distribuzione dei donatori nell’arco dell’intera mattina, si può fare riferimento al numero 0577 585076. Il servizio è assicurato per tutti i cittadini, anche per chi non è iscritto ad alcuna associazione di volontariato, che comunque potranno fare da tramite e agevolare le prenotazioni anche per i non iscritti.
Il donatore può accedere al Centro trasfusionale passando per il check-point all’ingresso principale (accesso all’ex Pronto Soccorso): il personale di portineria, a cui sarà fornito quotidianamente l’elenco dei donatori prenotati, aprirà il cancello dell’ex pronto soccorso e indirizzerà il donatore al nuovo check-point di accesso. Per i donatori che arrivano dal parcheggio Eliporto è possibile accedere direttamente al Centro trasfusionale passando dal check-point di ingresso situato in prossimità della discharge room (area ex pronto soccorso: lotto 1, piano 0).

Referti medici inviati a domicilio

I referti di esami e visite saranno inviati a casa degli utenti in maniera totalmente gratuita. È questa la decisione dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese per evitare il sovraffollamento all’interno del policlinico Santa Maria alle Scotte, nell’ottica di implementare ulteriormente il livello di tutela di salute pubblica nell’ambito dell’emergenza nazionale sul Covid-19.

Per gli utenti che comunque vogliono ritirare il proprio referto al policlinico Santa Maria alle Scotte, si consiglia di farlo preferibilmente dalle ore 16 alle ore 18 dal lunedì al venerdì, quando cioè si registra un minor afflusso di persone all’interno dell’area dedicata con gli sportelli polifunzionali CUP/Ticket/PPU del policlinico Santa Maria alle Scotte. Si ricorda che gli sportelli sono aperti dal lunedì al venerdì dalle ore 7:45 alle 18:15, ed il sabato dalle ore 7:45 alle ore 13.

Anche i referti giacenti, pregressi e ancora da ritirare potranno essere spediti a casa degli utenti da parte dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese: per farlo i cittadini interessati dovranno dare il loro consenso alla spedizione mandando una mail a , allegando copia del documento di identità in corso di validità e specificando l’indirizzo a cui spedire il referto. Per informazioni sul ritiro e spedizione dei referti è disponibile il numero di telefono 0577 585054, attivo anche come infoline per i pazienti, dalle ore 9 alle 13, dal lunedì al venerdì.

Modalità di accesso all’obitorio

Per accedere ai locali dell’obitorio è necessario osservare le seguenti indicazioni:

  • accesso previa misurazione della temperatura che deve essere inferiore ai 37,5 °C
  • obbligo di igiene delle mani con gel idroalcolico e utilizzo mascherina FFP2
  • rispetto del distanziamento tra una persona e l’altra
  • accesso consentito a un massimo di due persone per volta all’interno della singola camera mortuaria

Per quanto riguarda lo svolgimento delle cerimonie funebri, è consentita la partecipazione di massimo 15 persone, con rispetto del distanziamento fisico e rilevazione della temperatura corporea tramite termometro ad infrarossi. Le porte della cappella saranno tenute aperte per agevolare l’adeguata aerazione dei locali e l’ingresso delle persone deve avvenire uno per volta; i partecipanti devono indossare la mascherina protettiva FFP2 ed igienizzare le mani con il gel idroalcolico prima dell’accesso in chiesa. La cappella sarà sanificata precedentemente e successivamente all’esecuzione delle cerimonie funebri.

Accesso al Policlinico Santa Maria alle Scotte degli Informatori Medici Scientifici (IMS) e Monitor di studi clinici (MSC)

In ottemperanza ed in riferimento alle Ordinanze del Presidente della Regione Toscana n. 60 del 27.05.2020 (Contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19) e n. 65 del 10.06.2020 (Contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Ulteriori misure per il riavvio di varie attività dal 13 Giugno 2020), l’attività nella AOUS degli Informatori Medico-Scientifici e del Monitor di studi clinici è consentita con le seguenti modalità e indicazioni:

  1. devono essere privilegiate le attività da remoto e di contatto a distanza;
  2. l’eventuale attività di persona deve avvenire sempre previo appuntamento concordato tramite mail da esibire ai check point, per evitare, dove possibile, intersezioni con altri utenti o pazienti anche negli spazi d’attesa;
  3. l’accesso alle Strutture dell’Ospedale deve avvenire attraverso i check point posti agli ingressi, e, pertanto, gli informatori devono:
    1. indossare gli appositi badge per facilitarne il riconoscimento individuale.
      Il Tesserino di riconoscimento rilasciato dall’Azienda di appartenenza degli IMS/MSC deve rimanere indossato durante tutto lo svolgimento dell’attività, per consentire l’inequivocabile ed immediato riconoscimento, tenuto conto delle finalità normative per la trasparenza e la sicurezza sui luoghi di lavoro;
    2. esibire la mail con l’indicazione della data dell’appuntamento;
  4. è consentito l’accesso di un solo IMS/MSC per ditta;
  5. il professionista informatore deve provvedere sempre ad adeguata igiene delle mani e all’utilizzo della mascherina a protezione delle vie aeree; i Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) devono essere forniti dal datore di lavoro;
  6. durante gli incontri deve essere rispettata la distanza interpersonale tra informatore e operatore sanitario;
  7. sono vietati incontri in spazi dedicati all’attività assistenziale;
  8. deve essere evitato l’utilizzo promiscuo di oggetti nell’attività informativa tra cui la consegna di materiale informativo

Video utili

Allegati (3)

Ultimo aggiornamento

11 Luglio 2022, 00:07