Ottimi risultati del MET – Medical Emergency Team, l’équipe dedicata all’emergenza intraospedaliera dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese

Data:
9 Maggio 2019

Ottimi risultati del MET – Medical Emergency Team, l’équipe dedicata all’emergenza intraospedaliera dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese

Ottimi risultati raggiunti grazie al MET – Medical Emergency Team, il sistema di emergenza intraospedaliera dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese, un team esperto in risposta rapida e cure critiche costituito da un medico anestesista-rianimatore e da un infermiere dell’UOC Rianimazione e Medicina Critica, diretta dal professor Sabino Scolletta. Ogni anno interventi tempestivi su circa 70 arresti cardiaci e oltre 1000 interventi su pazienti con funzioni vitali compromesse.
«La peculiarità del MET – spiega Scolletta – è di garantire una risposta adeguata, in circa 4 minuti, in termini di rapidità e appropriatezza, alle emergenze cliniche nei reparti di degenza, di diagnostica e in tutte le aree dell’ospedale anche non sanitarie. Quindi, gli operatori del MET svolgono il loro ruolo al di fuori della terapia intensiva, gestendo i pazienti con compromissioni acute cardiache, respiratorie, neurologiche, direttamente nei reparti di degenza o assistendo i visitatori in caso di grave malore».
«Questa attività è iniziata nel 1995 – spiega Egidio Mastrocinque, anestesista-rianimatore che ha contribuito a far nascere il MET – strutturando e organizzando nel tempo la risposta all’arresto cardiaco attraverso l’attivazione di numero telefonico interno dedicato, allestendo in vari punti dell’ospedale carrelli di emergenza dotati di defibrillatore e promuovendo i corsi BLS-D (basic life support – defibrillation). Successivamente abbiamo lavorato in team sul riconoscimento precoce dei pazienti con segni e sintomi di instabilità, attraverso percorsi formativi continui rivolti ai professionisti sanitari. L’obiettivo – prosegue Mastrocinque – è di insegnare a riconoscere precocemente e trattare, in attesa che arrivi il MET, i pazienti che presentano un deterioramento clinico acuto. Il MET svolge anche un importante ruolo di tipo organizzativo, mediante redazione di piani di monitoraggio, incontri periodici e audit e quindi di diffusione della cultura dell’emergenza intraospedaliera».
«Da circa due anni – conclude Scolletta – è stato attivato il programma regionale per le emergenze intraospedaliere, coordinato da Matteo Nocci, giovane anestesista-rianimatore del nostro staff di Rianimazione e Medicina Critica, che ha favorito la sinergia e collaborazione degli specialisti dei vari ospedali toscani portando alla stesura delle linee di indirizzo regionali 2019 per la gestione delle emergenze intraospedaliere, consultabili sul sito www.regione.toscana.it».

scolletta-mastrocinque.jpg

Condividi:

Ultimo aggiornamento

9 Maggio 2019, 10:09