Senologia

Senologia

Collocazione: Lotto 4, Piano -5

Responsabile: professoressa Federica Fantozzi
– Tel. 0577 586440

Coordinatore infermieristico: dottoressa Antonella Gallorini
– Tel. 0577 586615

Coordinatore TSRM vacante, ff: dottoressa Roberta Baldi

Contatti

Segreteria: 800 180992
dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 18:00, il sabato dalle ore 8:30 alle 13:00

Segreteria Screening Mammografico: 0577 586442
dal lunedì al venerdì dalle ore 14:00 alle 20:00, sabato dalle ore 8:30 alle 20:00

Attività assistenziale senologica: 0577 586440
dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 20:00 ed il sabato dalle ore 8:30 alle 13:30

Attività Screening Mammografico: 0577 586442
dal lunedì al sabato dalle ore 14:00 alle 20:00

Attività assistenziali

L’UOC Senologia garantisce al paziente, attraverso apparecchiature all’avanguardia e personale specializzato, l’esecuzione degli esami volti alla diagnosi precoce del tumore alla mammella e la pianificazione terapeutica attraverso il percorso senologico e il follow up.

La struttura svolge le seguenti funzioni:

  • Attività ambulatoriale per la diagnosi precoce del tumore alla mammella con l’esecuzione di visite specialistiche senologiche, ecografie mammarie, mammografie 2D e 3D (tomosintesi), mammografie con mezzi di contrasto (CESM Contrast Enhanced Spectral Mammography) e interventistica seno-logica (microbiopsie ecoguidate, microbiopsie stereotassiche, agoaspirati);
  • Attività di screening mammografico, per le donne di età compresa dai 45 ai 74 anni, in conven-zione con la AUSL Sud Est che comprende la esecuzione della mammografie, eventuali approfon-dimenti e la presa in carico delle pazienti con diagnosi di tumore della mammella;
  • Attività di partecipazione al GOM (Gruppo Multidisciplinare Oncologico) della mammella con la presentazione e la discussione dei casi di tumore della mammella diagnosticati presso l’UOC Senologia e consulenze sui casi che provengono da altra sede;
  • Attività di follow up delle pazienti operate per tumore della mammella con la esecuzione e la pro-grammazione degli esami di controllo: visite specialistiche senologiche, ecografie mammarie, mam-mografie 2D e 3D, ecografie addome completo ed ecografie pelviche sovrapubiche e transvaginali;
  • Attività di presa in carico delle donne ad alto rischio per tumore della mammella con mutazione genetica BRCA1 e BRCA2 con la esecuzione e la programmazione degli esami di controllo;
  • Attività di partecipazione a studi internazionali inerenti la Senologia e il tumore della mammella;
  • Attività di partecipazione a progetti intra-/inter-Dipartimentali ed inter-Aziendali del DAI Onco-logico, in particolare relativi al Percorso Oncologico per le attività inerenti la Senologia e l’accreditamento ISO 9001:2015;
  • Attività di partecipazione alla stesura ed all’aggiornamento periodico dei PDTA aziendali e regio-nali inerenti la Senologia e il tumore della mammella;
  • Attività didattica in ambito senologico nella Scuola di Specializzazione in Ginecologia ed Ostetricia modulo Senologia IV anno, nel tirocinio studenti del CdL in Ostetricia e nel tirocinio studenti di Medicina nel Corso di Laurea Magistrale in Medicina e nella Scuola di Specializzazione di Radiodiagnostica presso l’Università degli Studi di Siena.
Ricerca

La Senologia svolge i seguenti programmi di ricerca:

  • STUDIO HOT (Hormones and Tamoxifen: prevention of breast cancer with low dose Tamoxifene in HRT users) in collaborazione con l’Istituto Europeo di Oncologia di Milano, coordinato a livello nazionale dal Prof. Umberto Veronesi.
  • Progetto Siena Donna – Screening sui tumori della mammella nel Comune di Siena ed in 17 Comuni dell’Area Senese.
  • Modificazioni del quadro mammografico in pazienti trattate con HRT.
  • Terapia con fitofarmaci in donne affette da patologia mammaria benigna con o senza mastodinia.
  • Terapia con fitofarmaci in donne affette da patologia mammaria benigna, presenza di fattori di rischio per tumori mammari e sindrome menopausale.
  • Con l’Istituto Nazionale Tumori di Milano Protocollo sul trattamento della patologia benigna della mammella.
  • Studio endocrino-citologico delle displasie mammarie nelle pazienti a rischio familiare.
  • Valutazione di diverse terapie mediche in particolare (vitamina A+E, analoghi, contraccettivi orali) nella displasia mammaria.
  • Trattamento con ormonoterapia in pazienti affette da K mammario in stadio avanzato (T3, T4) non operabili.
  • Valutazione delle terapie estroprogestiniche: studio dei diversi potenziali di rischio in relazione all’età anagrafica ed alla riproduzione.
  • Andamento temporale del rapporto biopsie mammarie benigne-maligne.
  • Valutazione prospettica degli effetti sulla funzionalità respiratoria e coronarica della radioterapia, in pazienti con carcinoma della mammella in collaborazione con la Fisiopatologia Respiratoria e la Medicina Nucleare.
  • Terapia sostitutiva ormonale e rischi di K mammario.
  • Terapia sostitutiva ormonale ed influenza sulla patologia benigna della mammella.
  • Valutazione della correlazione tra i livelli della VEGF (Vascular Endothelial Growth Factor) nei liquidi cistici vs. volume cistico e rischio oncologico.
  • Selezione di gruppi familiari ad alto rischio di carcinoma mammario. Studio delle evntuali mutazioni del gene BRCA1 e del geneBRCA2 in queste famiglie.
  • Attivina A come marker tumorale nei tumori mammari.
  • Quadro lipidico e tumori mammari.

Allegati (2)

Ultimo aggiornamento

18 Luglio 2022, 13:00